Studio, Ricerca e Lavoro

Le Aziende del Campus
La Ricerca nel Campus
Master post - laurea

Premi e Borse di Studio

 

 

 


CLEC

La Facoltà di Economia a Savona

La Facoltà di Economia è presente nel polo didattico di Savona dal 1992/93, anno in cui è stato attivato il
Diploma universitario in Economia e Gestione dei Servizi Turistici trasformatosi successivamente in vero e proprio corso di laurea, che ha avuto grandissima efficacia sia in termini di numero di iscritti sia di esiti professionali. A partire dall'anno accademico 2006/2007 l'offerta formativa della Facoltà di Economia si rinnova e l'attuale Corso di Laurea in Economia e Gestione dei Servizi Turistici lascerà il posto al nuovo Corso di Laurea in Economia del Turismo. [rinvio alla pagina specifica con informazioni dettagliate - vedi sotto
]
Alla base di tale scelta vi è l'esigenza di ripensare il percorso di studi al fine di fornire ai laureati una formazione immediatamente spendibile nel mondo del lavoro che tenga conto delle tendenze evolutive in atto nel settore turistico ma, al tempo stesso, offrire a quanti lo desiderano la possibilità di proseguire gli studi in tale ambito. La Facoltà sta infatti perfezionando accordi di collaborazione con l'Università di Milano Bicocca presso la quale è attivata una Laurea magistrale in Economia del turismo tra le più quotate nel nostro paese. Sarà così possibile per i nostri laureati che lo desiderassero l'ammissione a tale corso a condizioni particolarmente favorevoli: il riconoscimento integrale dei crediti acquisiti con la laurea di primo livello oltre a facilitazioni di tipo logistico.

Il nuovo Corso di Laurea in “Economia del turismo”

Il Corso di laurea in Economia del turismo
(ad esaurimento nel Campus di Savona) si propone di realizzare processi di apprendimento finalizzati alla conoscenza della natura e del funzionamento dei sistemi economico-territoriali operanti nel settore turistico e caratterizzati dall'offerta integrata di beni culturali-ambientali e dalla presenza diffusa di imprese turistiche. Il programma didattico del corso di laurea in Economia del turismo tiene conto delle tendenze evolutive in atto nel sistema economico-turistico che determinano crescenti esigenze di cultura economico-finanziaria e di conoscenza di metodologie statistico-quantitative. Si tratta di condizioni indispensabili per l'uso efficiente delle risorse territoriali e per la loro valorizzazione ai fini del soddisfacimento dei bisogni individuali e collettivi. Una particolare attenzione è rivolta all'approfondimento specifico delle lingue straniere, anche grazie all'opportunità di effettuare un periodo di studio all'estero, in prestigiose Facoltà universitarie europee, nell'ambito del programma Socrates/Erasmus [rinvio alla pagina specifica del sito di Facoltà]. È prevista inoltre l'acquisizione di competenze informatiche di base ed è possibile altresì conseguire la "patente europea del computer" (ECDL).
L'obiettivo perseguito è quello di fornire agli studenti una formazione flessibile e polivalente fondata su una visione generale delle tematiche economiche, matematiche, statistiche, aziendali e giuridiche e su approfondimenti specifici per quanto attiene le problematiche del settore turistico, funzionali al migliore inserimento nel mercato del lavoro. Particolare rilievo a questo riguardo assume lo stage professionalizzante, previsto nell'ambito dell'ultimo anno di corso, che gli studenti possono effettuare all'interno di primarie aziende del settore. [
rinvio alla pagina specifica da costruire
]
I laureati in Economia del turismo potranno svolgere attività professionali nei settori economico-aziendali del pubblico e del privato; nell'ambito di uffici studi, organismi territoriali ed enti di ricerca. Al termine del percorso formativo disporranno anche delle conoscenze necessarie per un'eventuale prosecuzione degli studi a livello di laurea specialistica e/o di master.

Il piano di studi si articola nelle quattro aree disciplinari comuni a tutti i corsi di laurea – area aziendale, area economica, area giuridica, area matematica-statistica, ma il riferimento prevalente in tutte le aree è quello delle possibilità di applicazione ai diversi comparti del settore turistico.
Il corso di laurea prevede inoltre tre attività formative tra loro interrelate, dirette a stimolare le capacità dello studente di lavorare in autonomia o di "mettersi in proprio" anche attraverso la creazione di piccole imprese - eventualmente in forma associata o cooperativa - nelle aree di attività che vengono individuate come le più promettenti anche con l'assistenza degli enti di programmazione turistica:

  • strategie di coordinamento nella politica per il turismo, con l'obbiettivo di fornire agli studenti che opereranno a servizio del settore pubblico le competenze necessarie per la realizzazione di un efficace coordinamento e di una incisiva comunicazione tra i diversi organismi aventi competenza in materia di politica per il turismo:

  • progettualità per il turismo con l'obbiettivo di fornire le competenze interdisciplinari necessarie per la predisposizione e realizzazione di progetti di potenziamento turistico di specifiche aree. Le competenze interdisciplinari di cui si mostrano le possibilità applicative ai fini indicati attengono ai settori: economia e politica del turismo, valutazione del progetto, project finance;

  • creazione d'impresa nel settore turistico con l'obbiettivo di stimolare lo studente ad una autovalutazione delle proprie capacità attitudinali, anche di ordine psicologico, a realizzare e gestire un'attività in proprio, in forma individuale o associata.

Valid HTML and CSS