Strutture

Scuole
Dipartimenti, Centri di Ricerca
Biblioteca Mediateca
Sportello Studenti




Offerta Didattica

Ingegneria
Medicina e Chirurgia
Scienze della Formazione





Utilità

Aula Web UNIGE
Web Mail UNIGE
Modulistica

Contatti

 

Scuola di Scienze mediche e farmaceutiche - Medicina e Chirurgia


L'offerta formativa

Infermieristica - laurea triennale
Scienze Motorie - Laurea triennale
Master I° livello post laurea in Riabilitazione dei Disordini Muscoloscheletrici


Laurea Triennale in Scienze Motorie, Sport e Salute (Classe L 22)

Programmazione didattica (a.a. 2015/2016)

http://servizionline.unige.it/unige/stampa_manifesto/PD/2015/8744.html         

             
Obiettivi formativi del Corso:

Gli obiettivi formativi specifici del Corso di Laurea in Scienze Motorie, Sport e Salute, sono quelli di formare laureati che devono possedere

1. Una solida preparazione di base nell'area delle Scienze Motorie finalizzata allo sviluppo del benessere psicofisico delle persone;
 2. le basi scientifiche e la preparazione teorico-pratica necessarie all'esercizio della professione di tecnico dell'educazione motoria e sportiva;
 3. competenze per operare nell'ambito delle attività motorie a carattere educativo, ludico e sportivo più efficaci ai fini ricreativi, di socializzazione, prevenzione, raggiungimento e mantenimento della migliore efficienza fisica nelle diverse classi di età e nelle diverse condizioni fisiche;
 4. capacità di comunicare con chiarezza con le persone e saper gestire l'informazione;
 5. capacità di collaborare con le diverse figure professionali che incontreranno nei contesti di conduzione di attività motorie e sportive;
6. capacità di lavorare in gruppo, di operare con gradi definiti di autonomia e di inserirsi efficacemente negli ambienti di lavoro;
7. metodologia e cultura necessarie per la pratica della formazione permanente; 8. capacità di effettuare criticamente la lettura di articoli scientifici;
9. capacità di utilizzare efficacemente almeno una lingua della Unione Europea, oltre l'italiano, nell'ambito specifico di competenze e nello scambio di informazioni generali.

In particolare, il laureato in Scienze Motorie dovrà:

In ambito motorio:
- saper condurre, nell'ambito di contesti collegiali, attività motorie per l'età evolutiva, adulta e anziana, con finalità educative, ricreative, preventive, compensative, adattative e ludico-sportive;
- conoscere gli aspetti tecnici, didattici e metodologici delle attività sportive individuali e di squadra;
- conoscere le tecniche fondamentali per conservare e promuovere la salute, anche in chiave di prevenzione della malattia;
- conoscere le tecniche atte a mantenere e promuovere la salute nelle comunità (ambienti di lavoro, istituzioni scolastiche, enti ricreativi e altre) attraverso i principi e le applicazioni delle attività motorie preventive;
- possedere specifiche esperienze nel campo della pratica motoria e sportiva, acquisite in attività formative professionalizzanti, da svolgersi in modo integrato con le altre attività formative del corso anche presso strutture pubbliche e/o private convenzionate con l'Università; - dimostrare capacità di riflessione critica sulla natura e sulle finalità delle Scienze Motorie e Sportive;
- conoscere i fondamenti tecnici di base dell'allenamento.

In ambito biomedico:
- conoscere l'organizzazione biologica fondamentale e i processi cellulari di base degli organismi viventi;
- conoscere l'organizzazione strutturale del corpo umano, con le sue principali applicazioni di carattere morfologico e morfo-funzionale;
- conoscere i meccanismi biochimici che stanno alla base dei processi vitali delle cellule e delle loro attività metaboliche;
- possedere nozioni fondamentali di fisica e di fisiologia, anche finalizzati alla identificazione e alla comprensione dei fenomeni biomeccanici;
- possedere nozioni elementari sulle cause delle malattie nell'uomo in relazione allo svolgimento delle attività motorie e sportive;
- possedere nozioni elementari sul rapporto tra microorganismi ed ospite nelle infezioni umane, nonché i relativi meccanismi di difesa;
- possedere nozioni elementari di alimentazione umana e di farmacologia, con particolare riguardo all'assunzione di sostanze che possano nuocere alla salute:
- possedere nozioni elementari che permettano di comprendere dati epidemiologici e di conoscerne l'impiego ai fini della promozione della salute;
- possedere nozioni sui meccanismi con cui l'attività motoria contribuisce alla prevenzione delle principali malattie cronico-degenerative;
- possedere nozioni di primo soccorso.

In ambito socio-psico-pedagogico:
- possedere nozioni fondamentali di psicologia generale e di psicologia dell'età evolutiva; conoscenze che lo rendano capace di valutare le condizioni personali e socio-ambientali dei clienti considerando le specifiche condizioni di età, stato di salute, contesto socio-culturale;
- conoscere i processi di base dei comportamenti individuali e di gruppo; comunicare efficacemente con i responsabili diretti dell'attuazione dei programmi motori e con i clienti in maniera efficace, per favorire la motivazione e l'adesione al programma;
- conoscere le tappe fondamentali dell'evoluzione storica della pratica motoria e sportiva e dei suoi aspetti etici;
- possedere nozioni fondamentali di pedagogia generale e saper interpretare criticamente le valenze educative delle attività motorie e sportive;
- possedere nozioni di didattica generale per essere in grado di eseguire programmi di insegnamento motorio-sportivo; - possedere nozioni fondamentali di sociologia e conoscere lo sviluppo della società multietnica;
- essere in grado di osservare e riconoscere le modalità di relazione con le persone nell'ambito delle attività motorie e sportive.

In ambito giuridico-economico, organizzativo-gestionale:
- possedere nozioni fondamentali di diritto pubblico, privato e amministrativo;
- conoscere gli aspetti giuridici delle professioni legate alle attività motorie e sportive;
- conoscere le principali norme legislative che regolano l'organizzazione di attività motorie e sportive;
- conoscere le norme deontologiche connesse alla responsabilità professionale; - possedere elementi di statistica e informatica;
- avere una adeguata conoscenza della organizzazione generale del lavoro nell'ambito delle attività motorie e sportive.

Gli obiettivi formativi in oggetto sono raggiungibili attraverso un percorso che comprende:
- insegnamenti negli ambiti biomedico, psicopedagogico e organizzativo;
- tirocini formativi presso impianti e organizzazioni sportive, aziende, strutture pubbliche e private convenzionate con l'Università;
- possibilità di soggiorni presso università italiane ed estere, anche nel quadro di accordi internazionali.

Ambiti occupazionali: Gli sbocchi professionali più rilevanti sono:
- operatori della prevenzione di condizioni che costituiscono rischio per la salute quali sedentarietà, sovrappeso, obesità, disordini metabolici;
- operatori della comunicazione dell'informazione tecnico-sportiva;
- organizzatori delle attività motorie, sportive e del tempo libero nelle varie fasce di età (evolutiva, adulta, anziana);
- educatori tecnico-sportivi per l'attività adattata finalizzata al raggiungimento e mantenimento dell'efficienza fisica e psico-fisica;
- consulenti di società e organizzazioni sportive, consulenti e operatori in palestre e centri centri sportivi pubblici e privati;
- educatori tecnico-sportivi nella conduzione tecnica di attività motorie e sportive mediante l'ausilio di attrezzi e strumenti specifici (fitness, wellness), personal trainers, trainers di gruppo; - preparatori fisici esperti nella programmazione e nella conduzione dei programmi di allenamento.

Il corso prepara alla professione di:
• Allenatori e tecnici sportivi
• Istruttori di discipline sportive non agonistiche
• Organizzatori di eventi e di strutture sportive
• Osservatori sportivi

Link al sito del Corso (http://scienzemotorie.medicina.unige.it/index.php/corso-di-laurea-in-scienze-motorie-sport-e-salute-l-22)

Per informazioni:
Per informazioni relative ai servizi e alle strutture del Campus ed alle modalità di iscrizione rivolgersi a: Sportello dello Studente di Savona Tel. 019 21945105 e-mail: sportello.savona@unige.it


Laurea Triennale in Infermieristica
Abilitante alla professione sanitaria di infermiere (classe1)

http://servizionline.unige.it/unige/stampa_manifesto/PD/2015/9276.html

Piano di Studi (a.a. 2015/2016)


Premessa

La Laurea in Infermieristica, ai sensi della legge 10 agosto 2000, n. 251, art. 1, comma 1, forma personale atto ad operare nelle professioni sanitarie dell'area delle scienze infermieristiche che svolgono con autonomia professionale attività dirette alla prevenzione, alla cura e salvaguardia della salute individuale e collettiva, espletando le funzioni individuate dalle norme istitutive del relativo profilo professionale nonché dello specifico codice deontologico ed utilizzando metodologie di pianificazione per obiettivi dell'assistenza nell'età evolutiva, adulta e geriatrica.

Obiettivi formativi generali

I principali obiettivi del corso di laurea in infermieristica sono:
- analizzare i problemi di salute di una comunità e le risposte dei servizi sanitari e socio-assistenziali ai principali bisogni dei cittadini,
- apprendere le conoscenze necessarie per la comprensione dei fenomeni biologici, dei principali meccanismi di funzionamento degli organi ed apparati, le conoscenze sull'ereditarietà e sui fenomeni fisiologici, anche in correlazione con le dimensioni psicologiche, sociali ed ambientali della malattia,
- comprendere i fondamenti della fisiopatologia applicabili alle diverse situazioni cliniche, anche in relazione a parametri diagnostici, identificare i bisogni di assistenza infermieristica della persona e della collettività e formulare i relativi obiettivi -
- apprendere i principi culturali e professionali di base, che orientano il processo, la concettualità, il pensiero diagnostico, l'agire infermieristico nei confronti della persona assistita e della collettività, iniziando ad applicare questi principi in esperienze presso strutture sanitarie e assistenziali accreditate.

Informazioni generali

Il corso di laurea in Infermieristica ha durata triennale (180 CFU), per accedervi è richiesto: - diploma di scuola secondaria superiore di durata quinquennale o di altro titolo di studio conseguito all’estero e riconosciuto idoneo dai competenti organi d’Ateneo. Ove lo studente sia in possesso di diploma di scuola secondaria superiore di durata quadriennale, conseguito ai sensi dell’ordinamento scolastico previgente rispetto al decreto legislativo n. 226/2005, non seguito dal soppresso corso integrativo in quanto non più attivato, si applicheranno le istruzioni ministeriali in materia con attribuzione di debito formativo riferito alle discipline di base;
- il possesso o l’acquisizione di un’adeguata preparazione iniziale, riferita in particolare agli obiettivi specifici del corso;
- il superamento dell’esame di ammissione

Al termine del percorso formativo lo studente acquisisce la laurea in Infermieristica (abilitante alla professione sanitaria di Infermiere); per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito: www.medicina.unige.it (Corso di Laurea delle professioni sanitarie -> Manifesto degli Studi).

Ammissione

Il corso di laurea in Infermieristica è un corso a numero programmato la cui ammissione avviene con il superamento della prova di selezione da effettuarsi secondo le indicazioni inserite nel Bando di ammissione consultabile sul sito www.studenti.unige.it -> Bandi corsi a numero programmato.

Iscrizioni

L'iscrizioni al concorso per l'ammissione deve essere effettuato esclusivamente tramite internet attraverso il Portale Studenti dell'Università degli Studi di Genova (www.studenti.unige.it) entro la data indicata nel Bando di ammissione disponibile a partire dal mese di luglio sul sito dell'Ateneo.

Link al corso di laurea in Infermieristica

Per conoscere gli ordinamenti didattici e i programmi dei tre anni di corso, consultare la pagina web: www.medicina.unige.it

Corsi di Laurea delle Professioni sanitarie
Corsi di Laurea specialistica delle Professioni sanitarie  


Master in Riabilitazione dei Disordini Muscoloscheletrici

ll Master in Riabilitazione dei Disordini Muscoloscheletrici aspira a confermarsi negli anni come il percorso formativo Universitario di elezione nella Terapia Manuale e nella Riabilitazione dei Disordini Muscolo-Scheletrici, in linea con i modelli di specializzazione già vigenti all’estero e a dar vita al primo polo di FORMAZIONE E RICERCA dei fisioterapisti e per i fisioterapisti in Italia.

Le attività didattiche curricolari e quelle culturali e scientifiche extracurricolari organizzate dal gruppo dei collaboratori del MRDM sono improntate a rispondere:
- alle esigenze del Paziente, fruitore ultimo delle competenze professionali riabilitative sviluppate in tali iniziative;
- alle esigenze formative del Fisioterapista, alle quali vengono orientati i programmi;
- alle esigenze delle Associazioni Professionali, in merito alla attivazione di particolari percorsi formativi, culturali e di ricerca;
- alla missione dell’Università, favorendo collaborazioni inter-ateneo, nazionali e internazionali tramite un’opera di disseminazione della produzione culturale e scientifica del Master RDM anche finalizzata al supporto e allo sviluppo di percorsi formativi affini e fornendo tutto il possibile supporto di competenze specialistiche nel campo della Riabilitazione dei Disordini Muscoloscheletrici e della Terapia Manuale allo sviluppo di progetti di ricerca in collaborazione.

Obiettivi

Il corso, tramite un intenso programma di lezioni frontali, esercitazioni tecniche e pratica clinica supervisionata, mira a fornire:
• Una solida base di conoscenza delle più recenti acquisizioni in ambito neurofisiologico, biomeccanico e fisiopatologicoriguardo ai disordini neuro-muscoloscheletrici.
• Un notevole approfondimento delle abilità di condurre un esame clinico del paziente (raccolta anamnestica, ispezione, esame funzionale, interpretazione di esami strumentali e per bioimmagini, ragionamento clinico, diagnosi differenziale) e di costruire un progetto terapeutico individualizzato per la specifica condizione clinica, utilizzando le tecniche di terapia manuale e riabilitative più idonee per lo specifico paziente.
• La capacità di porre le indicazioni e i limiti di trattamento manuale/riabilitativo per le specifiche condizioni cliniche e diattivare collaborazioni interdisciplinari con gli altri specialisti in campo sanitario.
• Un addestramento alla corretta esecuzione delle tecniche manipolative e mobilizzative del rachide e degli arti secondo i principi delle Scuole più importanti e sulla base delle più recenti evidenze scientifiche.
• La possibilità di legare al periodo di preparazione della tesi un'importante esperienza di scambio culturale e scientifico anche con colleghi di altri paesi e di attivare eventuali collaborazioni di ricerca e professionali.
• La capacità di impostare, coordinare e condurre lavori sperimentali e di ricerca clinica.

Link al Master
www.masteromt.unige.it

Valid HTML and CSS